Contenuto principale

Messaggio di avviso

Informativa del Direttore Sanitario

In ottemperanza alla linee guida del decreto Ministero della Salute del 02/11/2015, relativo ai criteri di esclusione temporanea alle donazioni, desidero informare che i donatori conviventi con familiari o altri soggetti, anche se non partner sessuali, con positività per epatite B e/o anti HCV (epatite C) sono sospesi dalle donazioni per un periodo di 4 mesi dopo la cessazione della convivenza, anche se il donatore è vaccinato per epatite B.

Quindi, in caso di donatore convivente con un parente (padre, madre, fratelli, moglie, marito, compagno/a, figlio/a, nonni, etc...) con una patologia di cui sopra è pregato di interrompere l’attività donazionale e informare i medici di sezione.

Desidero inoltre specificare che il decreto ministeriale non fa riferimento ad altri tipi di convivenza potenzialmente a rischio (scolastica, lavorativa, sportiva, etc...), che quindi non sono da considerarsi motivo di sospensione alla donazione.

Non esitate a contattare il nostro Staff Sanitario per ogni ulteriore chiarimento in merito.

Precauzioni in caso di esposizione potenziale

Chi ha soggiornato nelle aree ritenute a rischio virus, prima della donazione di sangue, è invitato a prendere visione dei comportamenti da tenere, consultando la documentazione e le zone interessate sul sito del Centro Nazionale Sangue (link dedicati sotto), ed eventualmente comunicare la propria situazione al medico accettante presso il centro trasfusionale.

West Nile Virus: Centro Nazionale Sangue - WNV

Chikungunya: Centro Nazionale Sangue - CHIKV

Malaria: Centro Nazionale Sangue - Malaria

Zyka Virus: Centro Nazionale Sangue - Zyka

15esimo internet

Il 19 aprile di quindici anni fa, era infatti il 2002, la nostra sezione AVIS, alla guida del presidente Franco Lonati, oggi past president, registrava il proprio dominio internet avisbareggio.it.

La vision è stata vincente.

Come nel 1960, anno di fondazione della nostra comunale, siamo stati pionieri nell'adottare una modalità di comunicazione e di relazione con i nostri soci, e più in generale con gli stakeholders, sfruttando le nuove tecnologie allora emergenti.

Contestualmente veniva inaugurato il nostro sito, che è stato più volte rinnovato per inseguire il progresso della tecnologia e mantenere aggiornati i contenuti.

Oggi comunichiamo con i nostri soci quasi esclusivamente via mail, con innegabili vantaggi per la tempestività con cui veicoliamo le informazioni a costi decrescenti, economia che ci consente di destinare risorse, più utilmente, alla diffusione della cultura donazionale e del volontariato.